Categories
Generale

Consigli per la cura personale per atleti giovani

Spesso nello sport, i giovani atleti sono incoraggiati a spingersi oltre i loro limiti percepiti per progredire, ma spingere troppo e troppo spesso può provocare lesioni e burnout fisico, mentale ed emotivo”. Inoltre, se un atleta ha una disabilità cognitiva o intellettuale, potrebbe aver bisogno di più tempo per riposare ed elaborare.

Gli allenatori potrebbero dover programmare pause frequenti per ridurre al minimo l’eccessiva stimolazione di un atleta, che potrebbe causarne la rottura.

Il sovrallenamento non aiuta nessuno. La creazione e l’implementazione attiva di un adeguato programma di riposo e recupero può impedire ai giovani atleti di raggiungere l’orlo del burnout e dell’infortunio. Evitando gli estremi malsani e dando priorità al riposo, puoi aiutare il tuo atleta a migliorare le proprie capacità fisiche e mentali.

A molti atleti piace essere orgogliosi di essere “duri” e di spingersi oltre i limiti. Sono iper-concentrati sui loro obiettivi e applicano tutta la loro energia per il grande gioco, la gara o le prestazioni in arrivo nel prossimo futuro o alla fine della stagione. Si svegliano presto per allenarsi, dedicano più tempo alla pratica, seguono diete per aumentare i muscoli e persino sacrificano il tempo sociale per spremere ogni secondo possibile per perfezionare le proprie abilità.

rispetto fisico

Allora cosa c’è che non va in questa immagine?

Bene, per cominciare, non c’è equilibrio tra divertimento e serietà! Sebbene sia importante imparare l’arte della concentrazione e dare tutto ciò che hai nella pratica e nei giochi, ti stai preparando per il burnout se continui senza i tempi di inattività appropriati e una connessione con il motivo per cui ti piace il tuo sport in primo luogo . In secondo luogo, la tua vita atletica, sebbene sia importante, non dovrebbe definire la totalità di chi sei!

Cosa succede se fai del tuo meglio e perdi comunque una partita, arrivi 5° in un incontro o ti ferisci perché eri così stressato per il risultato che il tuo corpo è diventato troppo teso e distratto dal compito a portata di mano?

La tua autostima non dovrebbe MAI essere legata alle tue prestazioni e il tuo corpo non è una macchina.

Avere una prospettiva sulla tua vita atletica va di pari passo con avere equilibrio e cura personale, che include il tuo corpo fisico e mentale. Se riesci a rallentare abbastanza a lungo da renderti conto che sei disidratato o che hai a malapena trascorso del tempo con i tuoi amici intimi o fratelli, allora vedrai come queste cose sono altrettanto importanti per ricaricarti come un altro esercizio.

Per aiutarti a ritrovare un senso di equilibrio, ecco alcune pratiche essenziali di cura di sé per gli atleti:

allenati con cura

Idratazione


Può sembrare semplice, ma rimarrai stupito di quanti atleti dimenticano di bere abbastanza acqua prima/dopo un’attività faticosa, o bevono cose che non idratano davvero i loro corpi. Quando ti impegni in attività fisica, il tuo corpo ha bisogno di molta più acqua per produrre sudore e creare le reazioni chimiche necessarie per mantenere forza, agilità e una mente chiara. Bevi diversi litri di acqua pura e pulita ogni giorno!

Dormire bene


È stato scientificamente provato che gli adolescenti hanno bisogno di dormire di più rispetto agli adulti, ma ciò che tende a succedere con questa fascia di età è che stanno alzati fino a tardi facendo quello che vogliono la sera e poi si svegliano molto presto la mattina per allenarsi o esercitarsi prima della scuola .

Un sonno inadeguato danneggerà sicuramente le tue prestazioni a lungo termine. Il tuo corpo non solo fa “nulla” mentre dormi, ma svolge l’importantissimo lavoro di disintossicazione e riparazione dei danni ai tessuti, entrambi vitali per gli atleti. Oltre a ciò, non dormire abbastanza regolarmente ti farà sentire stanco e pigro, così che tutti quegli sforzi nell’arena sembreranno più difficili di quanto farebbero se fossi ben riposato. Dormire bene almeno 8 ore ogni notte, 9 il più spesso possibile.

Mangiare bene


In questi giorni non puoi lanciare un sasso senza trovare delle proteine ​​in polvere o barrette che promettono di costruire muscoli e darti energia. È molto più salutare mangiare cibi integrali che contengono nutrienti reali, in particolare grassi e proteine ​​che sono essenziali per l’energia. Elimina gli alimenti trasformati e dai al tuo corpo ciò di cui ha veramente bisogno per raggiungere le massime prestazioni, un vero cibo con molte vitamine e minerali!

Rilassamento


È un po’ ironico, ma il tuo corpo richiede una sana dose di riposo e calma per generare forza e potenza e sparare a tutti i cilindri. Proprio come il sonno, il riposo generale ti aiuta a rilassarti e a ridurre lo stress quando non sei direttamente sotto la pressione delle prestazioni. Avere questo tempo e spazio ti consentirà una maggiore concentrazione, flessibilità e una nuova prospettiva per affrontare le sfide quando tornerai nel vivo della competizione. Rilassarsi significa prendersi del tempo per non fare nulla a volte, uscire in giardino, leggere un libro, meditare, fare una passeggiata o trascorrere una giornata in spiaggia.

Sii onesto con gli allenatori


È importante ricordare che sei prima una persona, poi uno studente e poi un atleta. Se ti senti sopraffatto da qualcosa nella tua vita personale, parla con i tuoi allenatori e fai sapere loro che non sei al tuo meglio. La tua salute mentale è importante e non dovrebbe essere trascurata. Gli allenatori di Lawrence capiscono anche che le lezioni sono impegnative e stressanti, quindi se sei in ritardo su un compito o hai una grande prova in arrivo, discuti con loro delle tue preoccupazioni per vedere come puoi trovare una soluzione in modo da non stai sacrificando l’uno sull’altro. E se ti fai male, per quanto insignificante pensi che sia, fallo sapere al tuo preparatore atletico e ai tuoi allenatori. Non comunicare queste cose con i tuoi allenatori può influire sulle tue prestazioni in classe e nei giochi o alle riunioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.